Contrasto icona

Mammografia con Contrasto

Una delle più potenti applicazioni tra le possibili modalità di imaging

Contrasto1

Con la Mammografia con Mezzo di Contrasto (Contrast Enhanced Mammography, CEM), Hologic I-View si riescono a diagnosticare lesioni con sempre crescente confidenza e precisione. Sui Mammografi Hologic su cui è disponibile sia il software I-View che la modalità Tomosintesi oltre all’immagine 2D convenzionale è possibile aggiungere anche l’immagine di Tomosintesi acquisita con la medesima compressione (acquisizione Combo) della 2D: oltre l’informazione dell’imaging funzionale derivante dal contrasto si può quindi studiare anche l’informazione morfologica ottenuta con la Tomosintesi e non con solo la semplice 2D.

La Mammografia con Mezzo di Contrasto è disponibile sui sistemi Hologic dopo un semplice aggiornamento, permettendo un efficiente percorso di crescita della capacità diagnostica in senologia.

La Mammografia con Mezzo di Contrasto (CEM) fornisce informazioni aggiuntive rispetto alla semplice mammografia che possono migliorare la capacità di rilevare lesioni. Con oltre 60 installazioni su territorio nazionale ed una letteratura sempre crescente, la mammografia con Mezzo di Contrasto Hologic (CEM) risulta ad oggi un esame totalmente affidabile, con una sensibilità paragonabile alla Risonanza Magnetica (MRI), ma con una specificità superiore 1, 2, 3. La Mammografia con Mezzo di Contrasto permette la visualizzazione di un farmaco, noto come mezzo di contrasto, la cui presenza é evidenziata nelle aree dove si sviluppano le lesioni erogando in rapida sequenza Raggi X a bassa e ad alta energia. I mezzi di contrasto usati sono gli stessi normalmente usati durante gli esami TAC.

Grazie all’ultimo aggiornamento recentemente introdotto, si ottengono immagini funzionali ancora più nitide grazie a dedicati processing di riduzione degli artefatti da sottrazione ed attenuazione del BPE (Background Parenchymal Enhancement).

La Mammografia con Contrasto Hologic, quindi, è caratterizzata da:

  • Possibilità di procedure di reperaggio con metodica dual energy
  • Co-registrazione con la mammografia 2D-3D con medesima compressione
  • Velocità di esecuzione
  • Semplicità della procedura
  • Ridotta dose
  • Qualità immagine aumentata, con riduzione del BPE ed artefatti

PRODOTTI

Opzione I-View

RIFERIMENTI

  1. A Petrillo, R Fusco, P Vallone, et al. Digital breast tomosynthesis and contrast‐enhanced dual‐energy digital mammography alone and in combination compared to 2D digital synthetized mammography and MR imaging in breast cancer detection and classification. The Breast, 2020 – Elsevier
  2. Bicchierai, P. Tonelli, A. Piacenti, et al. Evaluation of contrast‐enhanced digital mammography (CEDM) in the preoperative staging of breast cancer: Large‐scale single‐center experience. The Breast Journal, 2020 – Wiley Online Library
  3. Fallenberg EM, Schmitzberger FF, Amer H, et al. Contrast-enhanced spectral mammography vs. mammography and MRI – clinical performance in a multi-reader evaluation. European Radiology 2017 – Springer

FOTOGALLERY

MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

Nome (richiesto)

Cognome (richiesto)

Azienda/Ente

Località/Provincia

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Letta l'Informativa sul trattamento dei dati personali, acconsento al loro utilizzo nelle modalità indicate.

BACK